La vedova di Lou Reed: "Grazie, Emanuele Filiberto".

No Comment - Post a comment

I parenti di Lou Reed hanno voluto ringraziare pubblicamente il principe Emanuele Filiberto per il suo tweet dedicato alla rockstar scomparsa.
In una conferenza stampa convocata appositamente, la vedova Laurie Anderson ha voluto ricordare come Lou stimasse profondamente il principe sia dal punto di vista umano sia dal punto di vista artistico.
“Eravamo seduti sul nostro divano a guardare Sanremo come ogni anno, era il 2010, e Lou si stava annoiando profondamente. All'improvviso sale sul palco un trio, la canzone si intitola “Italia amore mio”. Durante l'esecuzione Lou non muove un muscolo. Inespressivo. Al termine del pezzo, mio marito è ancora lì, immobile, ma due lacrime gli solcano le rughe del volto. “Nessuno come questo ragazzo ha capito la mia lezione. Mi è sembrato di rivedere me stesso la prima volta che ho eseguito “Vicious” dal vivo. Stesso testo graffiante, stessa potenza emotiva. Laurie...ho finalmente trovato il mio erede.”
Uguali parole di gratitudine la signora Reed ha rivolto a Roberto Formigoni: “Anche il Celeste era un suo fan? Lou ne sarebbe stato onorato; mio marito era un democristiano della prima ora e, ora posso dirlo, le sue condizioni di salute si sono lentamente aggravate alla notizia della morte del senatore Andreotti. Non ha retto il colpo, Don Giulio era un modello di vita per lui.

Parole dure invece nei riguardi di David Bowie e Iggy Pop “personaggi mediocri che stanno solo cercando visibilità sfruttando un morto”.

 
This Post has No Comment Add your own!

Posta un commento