Tutti in piazza!

No Comment - Post a comment


Da "Il Ruvido" del 9 marzo 2013

Il 23 marzo il Pdl scenderà in piazza per urlare il suo NO alla giustizia ad orologeria, in seguito alle rivelazioni del senatore De Gregorio che ha confidato ai giudici di essere stato comprato da Silvio Berlusconi per far cadere il governo Prodi. Il 23 non è un giorno scelto a caso: proprio il 23, a causa di una congiunzione astrale nota fin dal tempo dei babilonesi che lo rende particolarmente adatto alle manifestazioni, è il giorno eletto da più personalità per portare in piazza le proprie istanze.

7 aprile 33. Non appena viene informato dal suo addetto stampa della notizia della resurrezione di Gesù, Ponzio Pilato convoca la stampa internazionale rilasciando dichiarazioni molto dure: “Appare evidente come la presunta resurrezione del sedicente re dei Giudei sia stata pilotata da menti raffinatissime che hanno voluto colpire me e il mio entourage, da mesi impegnato nella lotta al terrorismo palestinese. Per questo motivo, il giorno 23 prossimo venturo scenderemo in piazza a manifestare il nostro NO contro le resurrezioni a orologeria, vero cancro della democrazia”.
Secondo alcune testimonianze di storici dell'epoca, la piazza restò quasi vuota eccezion fatta per tre pullman di pensionati di Cana che erano stati portati alla manifestazione con l'inganno, convinti di essere stati invitati a una gita sul lago di Tiberiade.

8 agosto 1240. In seguito all'ennesimo furto perpetrato ai danni dei suoi portavalori, lo sceriffo di Nottingham annuncia di voler mobilitare la popolazione con una grande manifestazione di piazza contro Robin Hood, artefice della rapina. “Il 23 agosto diciamo BASTA alle rapine di Robin Hood e dei suoi complici: egli prosciuga le casse dello Stato privando il re Giovanni Senza Terra e il suo seguito di quei beni superflui di cui ogni coronato ha necessità. Per questo motivo scendi in piazza con noi e urla il tuo disprezzo contro una banda di malfattori colpevole di depredare i ricchi per dare ai poveri in spregio alle più elementari norme di educazione. In giornata riceverete la visita dei nostri esattori per un'offerta SPONTANEA per rendere possibile l'evento”. La manifestazione non si tenne perché il giorno prima che andasse in scena, Robin Hood rubò i fondi estorti dallo sceriffo alla popolazione e li ridistribuì alla gente.

3 settembre 1939. In seguito all'entrata in guerra di Francia e Regno Unito in risposta all'invasione della Polonia avvenuta due giorni prima da parte del Terzo Reich, Adolf Hitler indice per il 23 settembre una grande manifestazione di piazza per dire NO alla violenza politicizzata. “Stiamo mettendo a ferro e fuoco l'Europa e sterminando una serie di minoranze con scientificità e precisione, troviamo inopportuno e quanto meno sospetto che Francia e Regno Unito ci muovano guerra proprio nei giorni successivi all'invasione della Polonia. E' chiaro che dietro si celano invidie e finalità politiche ben precise. Per dire NO alla guerra ad orologeria, il 23 settembre scendi in piazza ad urlare il tuo NO. Se non ti vedremo in piazza verremo a prenderti noi a domicilio e dopo la manifestazione ti accompagneremo con un treno speciale nella tua nuova casa.”

 
This Post has No Comment Add your own!

Posta un commento